Come muoversi a Praga

Aereo

Gli aeroporti nazionali per i voli interni sono quelli di Praga-Ruzyine, Brno, Karlovy Vary e Ostrava. La Czech Airlines gestisce anche le tratte aeree interne e alcune compagnie private effettuano un servizio di aerotaxi.

Treno

Con 9501 km di cui 2927 elettrificati la rete ferroviaria della repubblica è fra le più estese d’Europa. Gestita dalla compagnia Ceskè dràhy o CD conseiìte di raggiungere anche i centri minori del territorio nazionale. I treni sono piuttosto lenti e per alcune destinazioni può essere necessario cambiare più volte. I treni più rapidi sulle linee principali sono gli espressi e i rapidi. I treni locali sono molto economici ma sostano in ogni località. Allo stesso prezzo dei treni locali i treni spesny vlak offrono un servizio più rapido. I Supercity sono confortevoli e hanno vagoni di prima classe, bar e ristorante.

Simili agli intercity italiani sono i treni Express  con vetture di prima e seconda classe. Alcuni treni hanno vagoni attrezzati per disabili. Su alcuni treni è obbligatoria la prenotazione da effettuarsi almeno un’ora prima della partenza, una volta acquistato il biglietto. Poiché la tariffa varia a seconda della categoria del treno al momento dell’acquisto è consigliabile specificare la destinazione, la classe e il tipo di convoglio.

Praga ha quattro stazioni ferroviarie, tutte facilmente raggiungibili in metropolitana: alla Praha Hlavni nadrazi,, la principale nel centro della città, arrivano i treni delle linee est-ovest, come quelli da Vienna, Monca, Pilsen; la Praba Hole-sovice, nella parte nord della città, è il terminal per i treni in arrivo dal nord. La Praha Smichov, a circa 15 minuti dalla metropolitana dalla città, è una stazione più piccola per i treni che viaggiano in direzione ovest, per esempio verso il Castello di Karlstein; la Praha Masarykovo nadrazi è la stazione più antica di Praga e il punto di partenza dei treni diretti a Kolin, Kutna Hora e Hradec Kralove.

Pullman

E’ possibile visitare la Repubblica Ceca viaggiando in pullman ma, considerato che i prezzi e i tempi di percorrenza sono di poco inferiori a quelli del treno a fronte di un comfort inferiore e dei potenziali inconvenienti del trasporto su gomma, non è forse l’alternativa migliore. Al di fuori delle città e dei centri più turistici possono inoltre presentarsi problemi di comprensione  dovuti alla lingua. I collegamenti sono a cura della compagnia CSAD e altre compagnie minori. I biglietti si acquistano a bordo per i tragitti brevi e presso le stazioni per percorsi più lunghi.

Auto e moto

Molti turisti italiani raggiungono e visitano il Paese in auto data la relativa vicinanza al confine italiano. Si dedica perciò uno spazio maggiore alle informazioni riguardanti le norme e il transito delle due e quattro ruote in territorio ceco. In tutta la repubblica il senso di marcia consentito è a destra con sorpasso a sinistra. Salvo diversa segnalazione, in un centro urbano è imposto il limite di 40 km/h.

Al di fuori dei centri urbani, 90 km/h sulle strade extraurbane; in autostrada e altre strade i limiti consentiti sono i 90 km/h -130 km/h per autovetture e motociclette, 80 km/h-80 k /h per le autovettture con rimorchio o caravan. I limiti sono spesso controllati elettronicamente: la polizia ceca usa auto civetta con radar installati a bordo, parcheggiate ai bordi delle strade o circolanti, soprattutto in autostrada.
E’ obbligatoria un’assicurazione minima
. Per i veicoli dei turisti è richiesta la stessa copertura minima dei veicoli dei residenti (per lesioni personali o decessi, danni materiali o danni indiretti). Sono accettate assicurazioni estere e per il visitatore italiano è ritenuto valido il certificato nazionale. Un visitatore che conduca un veicolo immatricolato in una serie provvisoria (targa doganale) deve essere in possesso di Carta Verde. Se non in possesso di un’assicurazione riconosciuta alla frontiera si può ottenere un’assicurazione per la  responsabilità civile contro terzi per la durata minima di un mese o prolungabile previo pagamento di un premio supplementare.

La patente italiana è accettata per un massimo di 90 giorni.

Ai visitatori sono richiesti un’età minima di 15 anni per poter condurre un ciclomotore; una patente, anche se non richiesta nel Paese di provenienza; un’età minima di 17 anni per condurre una motocicletta con più di 50 cmc e di 18 anni per condurre un veicolo privato o un camion. La repubblica Ceca è percorsa da 127.000 chilometri di rete stradale ordinaria e 518 km di rete autostradale. Per percorrere la maggior parte delle autostrade è necessario munirsi dell’apposita ‘vignette’ a pagamento che ha validità di 1 giorno o 1 mese o 1 anno. I motocicli sono esenti. La vignetta deve riportare chiaramente il numero di immatricolazione del veicolo e il periodo di validità. Tutte le vignette scadute devono essere rimosse. Delle due parti che compongono ogni vignetta, una va attaccata al parabrezza in basso a destra e l’altra deve essere conservata e presentata su richiesta alla polizia. Sono in vendita benzina verde (95 ottani), benzina verde (98 ottani), diesel, GPL.

Sulle autostrade e superstrade per motivi dì viabilità e sicurezza è vietata la circolazione ai mezzi pesanti di peso superiore a 7,5 tonnellate .La normativa ceca è molto severa in merito all’assunzione di alcolici: è proibito bere sia prima sia durante la guida e non vi è alcuna tolleranza per il tasso alcolemico nel sangue. Se richiesto è obbligatorio sottoporsi al test di rilevamento ed eventualmente al conseguente prelievo del sangue. Le multe comminate sul posto comportano il pagamento in contanti: sono considerati infrazioni l’eccesso di velocità, la guida in stato di ebbrezza, la sosta su spazio riservato a portatori di handicap, la guida su autostrada senza vignetta regolamentare. Il pagamento di una sanzione dà diritto alla richiesta di ricevuta. Le normative riguardanti l’illuminazione sono conformi a quelle internazionali. E’ obbligatorio allacciare le cinture di sicurezza sia anteriori sia posteriori.

I bambini al di sotto dei 12 anni e tutte le persone di età inferiore ai 18 anni e di altezza inferiore ai 150 cm devono essere protetti da un sistema di sicurezza adatto se viaggiano sul sedile anteriore o posteriore. Per la guida di motocicli è obbligatorio l’uso del casco. Prima di mettersi in viaggio è opportuno ritirare gratuitamente il modulo MECI una sorta di constatazione amichevole in più lingue accettata in territorio ecco presso la Assinfort.

In caso di incidente stradale è bene chiamare la Polizia. Solo dopo che la Polizia ha ricostruito la dinamica dell’incidente, individuato e multato il colpevole e redatto il protocollo dell’incidente ci si può rivolgere all’assicurazione.

Bicicletta

Le due ruote sono un mezzo molto apprezzato, in città e in provincia, in montagna e in aperta campagna. Il territorio è attraversato ovunque da piste praticabili e gestite da enti centrali e periferici che si adoperano per incrementarne l’utilizzo. Anche al di fuori dei centri urbani è possibile spostarsi in bici, grazie anche ad alcuni punti informativi e iniziative di supporto come centri di noleggio, alloggi per ciclomotoristi, trasporto agevolato.

Apposite segnalazioni indicano il chilometraggio, la tappa successiva e i colori di riferimento e difficoltà del percorso. Gli uffici di informazione turistica forniscono mappe e informazioni sugli itinerari.

Mezzi urbani

Il sistema di trasporti interni, soprattutto a Praga , è efficiente ed economico. Le grandi città sono servite da una rete di trasporti che collegano rapidamente ogni angolo della città: solitamente tram e metropolitana sono ideali per spostarsi nel centro città, gli autobus per le zone periferiche. I biglietti sono in vendita presso chioschi, edicole, tabaccai e devono essere convalidati a bordo mediante obliteratrici. In metropolitana sono in vendita anche presso i distributori automatici posti in ogni stazione della metropolitana e devono essere convalidati prima di accedere alla zona di entrata nei vagoni.

La tariffa di un biglietto da diritto anche di cambiare mezzo e ha una durata di 75 minuti nei giorni feriali e di 90 nei giorni festivi. Sono in vendita anche ‘biglietti turistici’ giornalieri valevoli da 1 a 3 giorni, settimanali e quindicinali. I controlli anche da parte di personale in borghese sono molto frequenti, all’interno delle vetture e sulle piattaforme di attesa della metropolitana. Se il passeggero è sprovvisto di regolare biglietto il controllore può fargli una contravvenzione e riscuoterla sul posto; se il pagamento viene differito l’importo della sanzione aumenta.

Praga è servita da 3 linee metropolitane funzionanti tutti i giorni dalle 5 alle 24.00 e distinte in linea A verde (Skalka-Dejvicka), linea B gialla (Cetrny most – Zlicin), linea C rossa (Holesovice-Haje); le stazioni di cambio sono Muzeum (tra le linee A e C), Mustek (tra le linee A e B), Florenc (tra le linee B e ().

Nelle ore di punta gli intervalli fra i treni sono di 2 minuti, poi variano dai 4 ai 10 minuti. Le linee tranviarie diurne sono in servizio dalle ore 4.30 alle 24, le linee notturne dalle 24 alle 4.30 (linee 51-58). Tutte le linee notturne si incontrano nella ferma di Lazarska. Gli orari sono esposti a ogni fermata. Il tram numero 91 a Praga è il tram storico che nel tragitto della durata di un’ora attraversa la città passando da quasi tutte le attrazioni storiche fuorché il castello.

Il servizio di autobus è simile a quello dei tram, con intervalli un po’ più lunghi. Le linee notturne sono numerate dal 501 al 512. Gli orari sono esposti ad ogni fermata. Si può accedere alla collina di Petrin di Praga con la funicolare in servizio tutti i giorni dalle ore 9.15 alle 20.45 con partenze ogni 10 15 minuti. Le fermate sono Ujezd-Nebozizek-Petrin. Gli uffici e gli enti del turismo mettono a disposizione cartine e informazioni sui mezzi. I taxi non rappresentano sempre un’alternativa sicura: nonostante siano dotati di tassametro non è frequente che il turista sia raggirato o per l’importo da corrispondere o con il resto in valuta locale. E pertanto consigliabile chiamare i taxi telefonicamente ed evitare di prenderli Iungo la strada nonché concordare il prezzo anticipatamente.

Traghetti e crociere

I servizi di navigazione sono attivi per lo più nella stagione estiva, lungo i corsi della Moldava (Vltava) e dell’Elba (Labe), nel tratto che collega Praga a SIapy e da Detin a Hrensko nel Parco Nazionale della Svizzera Boema, da dove è possibile collegarsi a crociere dirette in Germania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *